Strategia del Poker

L'Occhio a Raggi X -1

Anche nel Poker le "regole generali" possono rendere il gioco una noia mortale. Ecco un metodo per scoprire qualche finezza nascosta.

Ho preso in prestito il titolo di questo articolo da un famoso scacchista e didatta sovietico, Alexander Kotov. I libri scritti da questo Grande Maestro sono oltremodo famosi e apprezzati perché si concentrano sul sistema di ragionamento da impiegare durante la partita, invece che su particolari motivi tattici o posizionali.
Nel capitolo "L'occhio a raggi X" Kotov scrive:

"L'esame di queste posizioni cruciali, alla luce di analisi concrete, liberate dalla tirannia delle regole generali, porta grandi benefici allo sviluppo del movimento creativo degli scacchi. [...] Spero che gli esempi citati indurranno il lettore a dedicarsi egli stesso a scoprire simili finezze nascoste. Posso senz'altro affermare che nulla è più efficace di queste analisi indipendenti, sia per le partite dei "grandi" che di quelle proprie."

Ho recentemente giocato in un Sit and Go di modesto livello. Primo a parlare, ricevo

 


Tre giocatori incluso il controbuio coprono la puntata.

 





Non possiamo azzardare previsioni sulle carte dei nostri avversari: in un SnG dall'entrata economica gli avversari non sono aggressivi e coprono i rilanci con carte scadenti.

 

(il Flop)

Piatto: 330

Il giocatore primo a parlare (nickname GrgSch) scommette 100 fiches, io vedo e gli altri due avversari passano la mano.
La trama del Flop e le azioni del Nostro ci permettono di formulare un' ipostesi istruita riguardo al punto che ha in mano:

Un punto forte (doppia coppia, tris): GrgSch ha parlato per primo sul Flop; praticamente tutti i giocatori scarsi passano parola sempre quando legano un punto forte sul Flop in questa situazione. La loro intenzione è quella di tendere una trappola all'avversario, in pratica diventano un libro aperto per il resto del tavolo. Per questo etichettiamo questo scenario come altamente improbabile.

"Un tentativo di...": il Flop è composto da semi differenti e valori lontani gli uni dagli altri (i.e. è "secco", rende difficile legare punti forti con le prossime due carte). Quindi anche un tentativo di scala o colore è altamente improbabile.

Un punto di medio valore: con questa espressione intendiamo una coppia medio/alta. Nel nostro caso potrebbe essere

 




Scommettere con un punto del genere per sondare le acque sembra una scelta ragionevole e molto probabile.

 

Stampa Segnala su Digg del.icio.us Segnala su FURL

Strategia del Poker - Altri articoli

Strategia del Poker - Vedi tutti gli articoli