ItaliaPoker > News di Poker > Azzurri all'assalto delle WSOP 2017, Naspetti vince l'IPO 24, carte segnate al One Drop?

News di Poker

WSOP 5137

Azzurri all'assalto delle WSOP 2017, Naspetti vince l'IPO 24, carte segnate al One Drop?

condividi su

Occhio agli italiani nel Championship di Heads-Up alle WSOP, Brando Naspetti è il re di IPO 24, di nuovo problemi di carte in quel di Las Vegas.

WSOP 2017 Heads-Up Championship: forza azzurri!

dario sammartino wsop

Cominciano ad arrivare i pezzi grossi alle WSOP 2017. È tempo di Championship Heads-Up da 10.000 dollari di buy-in, evento che ha visto schierarsi ai nastri di partenza i nostri Dario Sammartino, Davide Suriano e Alessandro Meoni.

Nel primo turno, Sammartino ha avuto la meglio su Sorel Mizzi, mentre Suriano (che questo torneo già lo ha vinto in passato) ha avuto ragione di Chris Kruk. Per Meoni, invece, un altro scalpo eccellente, quello di Scott Seiver.

Nel secondo turno, il ‘Mad Genius’ nostrano ha piegato Brady Seeley, mentre purtroppo abbiamo perso gli altri due nostri portacolori: Suriano è stato battuto nientemeno che da Jason Mercier, mentre Meoni si è arreso a un fortunatissimo Jack Duong.

“Ho perso contro un cinese che aveva sempre minimo top pair”, ha commentato sconsolato Meoni sul suo profilo Facebook.

IPO 24, il sigillo di Brando Naspetti

Anche l’edizione numero 24 dell’Italian Poker Open va agli archivi, con la vittoria in rimonta di Brando Naspetti. Per lui una prima moneta di ben 300.000 euro, a fronte di un investimento di soli 550 euro di buy-in.

Naspetti è arrivato in heads-up contro Cosimo De Gennaro nonostante all’inizio del tavolo finale soltanto Mrio ‘Coinflip21’ Carrascon avesse uno stack più piccolo del suo. Ma se Carrascon si è arreso subito al 9° posto, Naspetti non ha perso calma e sangue freddo, ha recuperato terreno ed è andato meritatamente a vincere.

Ecco il payout del tavolo finale di IPO 24:

1-      Brando Naspetti 300.000€

2-      Cosimo De Gennaro 130.000€

3-      Fabio Gamba 92.000€

4-      Gianfranco Iaculli 70.700€

5-      Ivan Losi 50.500€

6-      Fausto Silva 36.200€

7-      Paolo Caverzaghi 28.500€

8-      Dario Bonissi 21.300€

9-      Mario Carrascon 15.565€

One Drop High Roller: carte segnate? No...

Da anni non c’è pace alle WSOP, per quanto riguarda i mazzi di carte. L’anno scorso in tanti si lamentarono della pessima qualità delle carte Modiano, tanto che il management corse ai ripari richiamando le ‘vecchie’ Copag.

Quest’anno, durante l’One Drop High Roller, diversi giocatori si sono lamentati del fatto che i mazzi utilizzati fossero in qualche modo segnati. Da Haralabos Voulgaris a Doug Polk (poi vincitore del torneo), tutti a far notare degli strani pallini sul retro delle carte.

A quanto pare, però, non si sarebbe trattato di carte segnate, ma di semplici difetti di fabbrica. Il torneo dunque si è svolto normalmente fino alla fine, permettendo a Dario Sammartino di issarsi fino al 3° posto.

Marcel Luske firma con partypoker

marcel luske

Continua ad arricchirsi il pacchetto di ambasciatori di partypoker Live, la sezione della nota poker room online dedicata ai tornei dal vivo. L’ultimo ingresso nella scuderia del presidente Mike Sexton è quello di Marcel Luske, meglio noto come ‘The Flying Dutchman’.

L’Olandese Volante è solo l’ultimo dei giocatori che si sono accasati a partypoker. Prima di lui anche Johnny Lodden (un altro ex PokerStars come Luske), Sam Trickett e Dzmitry Urbanovich.

Il tutto sotto l’occhio di John Duthie, il creatore dello European Poker Tour e oggi coordinatore supremo proprio della sezione live di partypoker.