ItaliaPoker > News di Poker > Castelluccio re del Belgio, Sammartino e Musta flop, parla Isildur1

News di Poker

sergio castelluccio

Castelluccio re del Belgio, Sammartino e Musta flop, parla Isildur1

condividi su

Sergio Castelluccio ha vinto il WPTn Bruxelles, Sammartino e Kanit male negli high stakes, Isildur1 torna a casa, Chris Ferguson si salva.

WPTn Sanremo, Sergio Castelluccio alza il trofeo

L’Italia del poker torna a sorridere per una vittoria di respiro internazionale, grazie a Sergio Castelluccio, capace di fare suo il WPTn Bruxelles. Il ‘Genio delle Tartarughe’ ha avuto la meglio su un field composto da 489 giocatori, in questo torneo dal buy-in di 1.200 euro.

Oltre ai 105.000 euro di primo premio, Castelluccio si è aggiudicato anche un ticket per il WPT Global, oltre a tornare ad assaporare la gioia di una vittoria importante a un anno e mezzo di distanza dal trionfo nel Main Event del WSOP Circuit di Campione d’Italia.

“Non avevo neppure in programma di parteciparvi”, ha raccontato a caldo Castelluccio, svelando di come abbia semplicemente dato un’occhiata al calendario dei tornei di poker live in arrivo, scegliendo il WPT National Bruxelles solo perché nella capitale belga non ci era mai stato.

Ecco il payout del WPTn Bruxellese:

1-      Sergio Castelluccio €105.000

2-      Dimitrios Kalaroutis €73.515

3-      Michal Mrakes €46.220

4-      Slaven Popov €34.500

5-      Osman Ihlamur €26.140

6-      Victor Choupeaux €21.025

7-      Jose Astima €17.430

8-      Koen Lauwereys €13.880

9-      Matthew Roberts €10.500

Cash game high stakes online: febbraio nero per Sammartino e Kanit

Dario Sammartino e Mustapha Kanit ci hanno abituato fin troppo bene. Ormai li vediamo arrivare sempre in fondo nei tornei high stakes in giro per il mondo, ma anche ai migliori capita di incappare in un periodo poco positivo.

Così, scopriamo che tra i giocatori che a febbraio hanno perso di più nel cash game high stakes online ci sono proprio i nostri due giocatori. ‘Secret_Mod3’, questo il nickname di Sammartino, ha lasciato per strada 117.495 dollari, risultando addirittura il 6° peggior giocatore del mese. A ‘lasagnaaammm’ (alias Mustapha Kanit) è andata un po’ meglio: per lui un passivo di ‘soli’ 75.199 dollari.

Il giocatore più perdente in assoluto è stato Nikita ‘fish2013’ Bodyakovski, che in 28 giorni ha lasciato per strada qualcosa come 212.286 dollari. Molto male anche Dani ‘supernova9’ Stern, in rosso di 168.745 dollari.

Viktor Blom, ritorno alle origini: “Di nuovo a casa”

Viktor ‘Isildur1’ Blom non è il tipico giocatore che ama essere troppo sotto la luce dei riflettori. Nel corso della sua carriera, le interviste rilasciate si contano sulle dita di un paio di mani al massimo.

Di recente, tuttavia, Blom è tornato a far parlare di sé, raccontando di come si sia trasferito da Londra per tornare nella sua Svezia: “Qui è tutto molto più tranquillo, non ci sono distrazioni e posso concentrarmi di più sul mio gioco – anche se sto lavorando a tante altre cose”.

Il professionista svedese ha rivelato di non essere propriamente un fan dei software: “In vita mia non ho mai usato HUD o strumenti del genere. Preferisco giocare il più possibile e poi rivedere le mani in cui ho commesso errori, soprattutto quando perdo un piatto grosso”.

Chris Ferguson, niente appello per il processo sui bot

Da anni ormai Chris Ferguson è uno dei reietti del poker. Il suo coinvolgimento nello scandalo di Full Tilt Poker lo ha fatto cadere dalle stelle alle proverbiali stalle. Dopo un assenza prolungata, ‘Jesus’ ha partecipato quest’anno a qualche torneo delle WSOP 2016, dove ha ricevuto un’accoglienza piuttosto ostile.

Quantomeno uno dei processi che lo vedevano protagonisti, il caso ‘Kennedy vs Ferguson’, si è risolto per lui in maniera positiva. La donna che aveva contro-denunciato Full Tilt Poker e i suoi dirigenti per uso di bot e frode – dopo che la room le aveva chiuso l’account proprio per multi accounting e uso di bot – aveva provato a riaprire il caso in appello.

La Corte però ha stabilito che non sussistono le basi per proseguire con questo processo e dunque Ferguson può dormire sonni tranquilli. Almeno fino alla prossima udienza…