ItaliaPoker > Le Migliori Strategie di Poker dalla Matematica alla Psicologia > Come Bluffare a Poker: Impariamo Come si fa un Bluff

Le Migliori Strategie di Poker dalla Matematica alla Psicologia

pinocchio bluffare

Come Bluffare a Poker: Impariamo Come si fa un Bluff

condividi su

In questa piccola guida ai bluff nel poker esaminieremo nel dettaglio tutti i bluff più comuni cercando di capire quando e come si possa fare un bluff vincente.

Ogni volta ache mi trovo davanti un giocatore che mi chiede come bluffare a poker, dentro di me penso sempre che quando qualcuno non sa come si fa un bluff, allora forse sarebbe meglio lasciar perdere e provare a concentrarsi su qualcosa di diverso.

Perchè il bluff nel poker non si improvvisa - lo si prepara con addirittura forse più accuratezza e studio di quanto non si faccia  già con la gestione di una mano di pocket Aces.

"Disfattista!" penserete, credendo che  la mia sia solo pigrizia dettata dalla voglia di non spiegare come si faccia un bluff vincente nel poker e come si possa giocare per battere gli avversari facendo diventare "giuste" le carte peggiori tra quelle più "sbagliate" possibili.

 

Come bluffare a poker Texas Hold'Em Limit

Per dimostrarvi che accusare me di non avere la pazienza necessaria per insegnare l'arte del bluff nel poker, oggi provo ad esaminare alcuni dei peggiori errori commessi nelle partite di Hold'Em Limit cercando di capire insieme a voi come evitarli e, dunque, come portare a termine un bluff di successo.

A differenza di quanto accade nelle partite No-Limit, durante le quali potete tranquillamente muovere l'intero stack in un All In malandrino, nei giochi con limite il bluff casuale può portarvi null'altro che guai visto che la maggior parte dei giocatori non si fa esattamente intimidire dalle piccole puntate extra che un bluff in un gioco low limit comporta.

Quindi, per quanto l'idea di dire a voi stessi che alla prossima mano state per provare a fregare tutti con un bel bluff faccia sicuramente del bene al vostro ego - tenete a mente che il bluf fatto perchè "avete deciso di farlo" è sempre un bluff che finisce per farvi fare una figura abbastanza miserabile. Perchè quella del bluff nel poker è un'arte - e l'arte è improvvisazione solo per i geni assoluti, non per tutti.

 

Posizione: anche il bluff parte da lì

Se questo non è il primo articolo di strategia del poker che abbiate mai letto in vita vostra (ed in cuor mio mi auguro sia così...), allora sapete che la vostra posizione rispetto al dealer è un fattore di grande importanza per la gestione del vostro gioco.

Se, al contrario, non avete ben chiaro il ruolo giocato dalla posizione in una mano di poker, allora vi invito a lasciar perdere le mie istruzioni per capire come bluffare a poker per dedicarvi alla lettura di questo interessante articolo (ci sono anche le figure!) sulla posizione nel Texas Hold'Em perchè nel poker, come in tutto il resto, si parte sempre dalle basi. Mai dalla fine.

Quello della posizione è un argomento davvero troppo importante per essere ignorato, soprattutto perchè va di pari passo sia con i bluff nel poker che con il cambiamento repentino dello stile di gioco nel corso della stessa partita.

Proseguendo il nostro ragionamento,  possiamo dunque vedere come la posizione sia particolarmente importante perchè, giusto per fare un esempio, il bluff nel poker viene generalmente tentato dai giocatori in posizioni vicine al dealer oppure al termine della mano.

Perché? Semplice - perchè quelle sono le uniche posizioni che vi offrono il vataggio di parlare solo dopo aver visto l'azione degli altri giocatori.

 

Andiamo sul concreto!

Esempio: Siete aul bottone in un gioco 3/6. Ci sono tre giocatori al Flop, voi inclusi. Il Flop mostra A-9-2. Il primo giocatore fa check, ed il secondo segue con un ulteriore check. Essendo gli ultimi a parlare, voi avete la possibilità di decidere che, visto che i vosri avversari hanno deciso di fare check, questo possa essere il momento migliore per atatccare il pot mettendo dentro una puntata di 3$ ed osservando (con un certo piacere) gli altri giocatori foldare a gambe levate.

Quello che vi ho appena descritto è un tipico esempio di come usare la vostra posizione al tavolo per portare a termine uno dei bluff comuni nel poker e vincere il pot.

Visto che la posizione vi mette in grado di osservare il gioco dei vostri avversari prima che l'azione passi a voi, questo vi fornisce abbastanza informazioni per capire se valga la pena provare un bluff e se questo possa fruttare la vincita del pot oppure, al contrario, una perdita assolutamente evitabile.