ItaliaPoker > News di Poker > Conosci il tuo nemico… e vinci a poker

Conosci il tuo nemico… e vinci a poker

condividi su
Oltre a concentrarsi sulle proprie carte, studiare i comportamenti degli altri giocatori al tavolo è il modo migliore per guadagnare più soldi.

L'obiettivo principale di ciascun giocatore di poker è quello di trovare il modo per vincere più soldi possibile. Ogni fattore è importante: la scelta del tavolo e quando eventualmente cambiarlo, ottenere quante più informazioni possibili per prendere le migliori decisioni.

Tra queste informazioni ricche di valore ci sono anche ovviamente i tell e la dimensione dello stack dei vostri avversari. È possibile ottenere un vantaggio sugli avversari - i nostri 'nemici' - che invece non si curano di questi dettagli. E sono tanti i giocatori totalmente concentrati sulla propria mano da non raccogliere numerose informazioni utili.

'Conoscere il proprio nemico'

va a tutto vantaggio nostro. Ma ci sono alcune caratteristiche che sono particolarmente importanti, per perseguire il nostro obiettivo di vincere più denaro possibile. Capire i comportamenti di gioco degli avversari, ad esempio, può aiutarci a tornare a casa con un portafogli più gonfio.

Più cose conosciamo sui nostri nemici, migliori saranno le decisioni che potremo prendere - e maggiori saranno le chip che potremo sottrarre loro. Dal momento in cui ci sediamo al tavolo, è bene cominciare a osservare il modo in cui gli avversari giocano le loro mani.

Giocano molto spesso, tipo più di una volta su tre? Allora è probabile che abbiamo davanti giocatori molto loose o che più semplicemente non sono molto esperti: sarà molto facile che le loro mani di partenza siano piuttosto deboli, in media.

Selezionano con cura le proprie mani di partenza? Allora è probabile che siano giocatori tight, addirittura che siano esperti e che siano dunque pericolosi da affrontare: occhio a quando puntano o rilanciano. Il denaro che si può risparmiare è lo stesso che ci aiuterà a vincere di più.

Fate attenzione allo showdown,

anche quando non siete direttamente coinvolti nella mano: esaminate le carte private degli avversari, ricostruite il modo in cui hanno giocato e non dimenticatevi della loro posizione pre-flop; sono tutte informazioni gratuite che ci permettono di capire qualcosa di più.

Abbiamo parlato di giocatori loose e giocatori tight. I primi, naturalmente, sono preferibili, dato che sono più disposti ad inseguire i loro punti e progetti, e tendono ad essere dei calling station. Sono proprio i giocatori loose che contribuiranno maggiormente alle vostre vincite. Occhio però a non bluffare contro di loro: se sono dei calling station, difficilmente l'avrete vinta.

Viceversa, un giocatore tight è meno propenso a scialacquare il proprio stack, ma è più incline a subire dei bluff. A meno che questo giocatore abbia una mano davvero forte, probabilmente sarà disposto a foldare.

Ovviamente non fate l'errore di concentrarvi completamente sugli altri, trascurando il vostro stile di gioco e l'immagine che state dando voi al resto del tavolo. Cercate sempre di giustificare l'investimento delle vostre chip, di non inseguire progetti che hanno meno di 6 (o più) out al flop e di non fare troppo affidamento su punti che possono sembrare forti, come la top pair o la top two pair, ma che in realtà non sono difficilmente superabili.