ItaliaPoker > Le Migliori Strategie di Poker dalla Matematica alla Psicologia > Consigli per Texas Hold Em: Bluffare a Poker

Le Migliori Strategie di Poker dalla Matematica alla Psicologia

strategia poker14

Consigli per Texas Hold Em: Bluffare a Poker

condividi su

Da sempre il bluff rappresenta un elemento fondamentale del Poker.Vediamo insieme alcuni importanti consigli per Texas Hold Em.

Il Texas Hold'em, a maggior ragione, avrebbe poco senso senza l'esistenza dei bluff ma, prima di tutto, partiamo dalla definizione.

Cosa significa bluffare?

Bluffare vuol dire puntare o rilanciare quando si ritiene di non avere la mano migliore, per portare l'avversario a passare la mano che avrebbe vinto il piatto.

La vera domanda però è: perché bluffare? La prima risposta, la più banale, è che facciamo un bluff per aggiudicarci il piatto con la mano peggiore ma, e questo è uno dei fondamentali consigli per texas hold em, ci sono anche altri motivi alla base di un buon bluff.

Il più importante è bluffare per garantirsi la possibilità di vincere grossi piatti quando avremo veramente un punto molto forte; per questo motivo anche i bluff che non ci riescono e vengono scoperti sono ugualmente utili, poiché portano i nostri avversari a fare call quando invece saremo molto forti.

Volendo infatti continuare a parlare di consigli per poker texas hold em, bisogna sempre ricordar che con un bluff del genere gli altri giocatori rimarranno sempre con il dubbio di non aver capito fino in fondo la nostra mano ed il nostro modo di giocare.

La possibilità che tu possa bluffare non permetterà loro di capire il vero punto che hai in mano. Bluffare nel modo e nei tempi giusti, e soprattutto in maniera imprevedibile, costringerà gli avversari a prendere delle decisioni molto difficili, che molte volte risulteranno sbagliate, soddisfacendo in pieno le tue aspettative.

La cosa importante non è guadagnare molte chips con i bluff, alla lunga un pareggio è un ottimo risultato; il vero guadagno si avrà quando gli avversari cadranno nella trappola e verranno a vederci quando avremo una mano vincente.
Forse iil più importante tra i consigli per Texas Hold em è questo: lasciamo sempre i nostri avversari nell'incertezza, anche aiutandoci con un buon bluff!

Se non bluffiamo mai, di conseguenza tutti passeranno ogni volta che faremo una grossa puntata e non riusciremo mai a vincere grossi piatti.

Al contrario, se facciamo troppi bluff ci sarà sempre qualcuno che ci verrà vedere e alla lunga perderemo tutte le nostre chips. Nel Texas Hold'em non bisogna mai diventare troppo prevedibili.

Quando fare un bluff?

-          Una delle prime regole è non bluffare contro i giocatori troppo scarsi. Sarebbe quasi un suicidio.

I giocatori forti rispettano le puntate avversarie e sono abbastanza disciplinati per buttare via le proprie carte; i giocatori scarsi, al contrario, non sanno neanche cosa significa la parola "fold"!

Questo tipo di giocatori continuerà a chiamare le nostre puntate, non perché ha capito che siamo in bluff, ma per il semplice fatto che è curioso, che spera di legare la sua scala a incastro fino al river, che non vuole rimanere col dubbio su che cosa avevamo in mano.

Mai fare mosse troppe raffinate contro giocatori che non le possono capire.

-          L'immagine al tavolo è importantissima.
Se iniziamo la nostra partita piazzando qualche bluff, agli occhi dei nostri avversari risulteremo "grandi bluffatori" e questo più tardi ci garantirà numerosi call quando avremo mani forti.

Anche l'immagine di giocatore che non bluffa mai può risultare utile: gli altri ci vedranno come giocatori molto chiusi e rispetteranno di più le nostre puntate, e di conseguenza anche i nostri bluff.

-          La posizione che abbiamo nel momento in cui decidiamo di bluffare è determinante. In generale è sempre meglio parlare dopo gli avversari perché si hanno più informazioni.

-          Ma attenzione a non abusare di questo fatto contro giocatori esperti; se hanno fatto check al river sanno bene che questo ha dimostrato debolezza e ci ha spinto a tentare il bluff, di conseguenza ci chiamerebbero anche con mani marginali.

-          Evitare i bluff nei piatti dove sono coinvolti molti giocatori. Non avrebbe senso.
Il bluff va provato quando siamo in una mano con 2 o 3 giocatori. Se siamo in 5 è difficile riuscire a far passare tutti.

-          I piatti troppo grossi, dove i nostri avversari hanno già investito molte chips, sono i più difficili da vincere in bluff. Difficilmente passeranno, anche di fronte a una grossa puntata.

-          Il semi-bluff è un'arma vincente. Consiste nel bluffare con un buon progetto in mano; fondamentalmente non abbiamo ancora nulla, ma il turn e il river potrebbero farci diventare quasi nuts.

Questo accade, ad esempio, quando al flop abbiamo 4/5 di colore all'asso. Se i nostri avversari ci chiamassero e si andrebbe allo show down conserveremo sempre buone probabilità di vittoria, se passassero direttamente avremo comunque vinto un bel piatto.