Le Migliori Strategie di Poker dalla Matematica alla Psicologia

strategia poker6

Consigli per Giocare Tornei di Poker

condividi su

Incominciamo oggi una serie di articoli sui consigli fondamentali per tornei di poker. Prima parte: cenni generali sui tornei di poker.

Nonostante non sia mai il modo migliore per cominciare un articolo, partiamo subito attaccando il problema con una comanda molto chiara: quando andate in una salada poker oppure invitate degli amici per giocare a casa, con quale obiettivo incominciate a giocare?

La maggior parte delle persone penserà subito: "Semplice, con l'obiettivo di vincere e mettere qualche soldo in tasca". Una risposta, questa, che non si può considerare sbagliata in senso assoluto, ma che in realtà rappresenta solamente il frutto di quello che dovrebbe essere il reale obiettivo di ogni giocatore di poker: prendere le giuste decisioni.

Se siete finiti in questa pagina di consigli per tornei di Texas Holdem, questo significa (almeno spero!) che avete alle spalle già una certa esperienza di poker THE Limit ed avete già anche qualche confidenza con le insidie ed i vantaggi insiti nel gioco del poker.

Tre domande fondamentali

Quello che importa al momento di cominciare una carriera di tornei di poker è scoprire è se siate davvero dei giocatori vincenti o meno, se giochiate a poker per divertimento o per profitto e se la vostra carriera sia in perdita o no.

Queste sono domande fondamentali per i giocatori che vogliono provare ad abbandonare le partite più facili e confrontarsi con giocatori più bravi: se non doveste riuscire a trovare una risposta chiara a tutti e tre i quesiti, allora il mio consiglio è quello di lasciar perdere i tornei di poker e continuare ad esercitarvi tra partite a microlimiti e tornei freeroll.

Cenni generali sui tornei di poker

 

Un torneo di poker è costituito da un processo continuo di eliminazioni: non appena un giocatore perde tutte le sue chips, questi viene eliminato senza possibilità di appello - a meno che il torneo non includa la possibilità di re-buy, questione che tratteremo in seguito.

Il payout del torneo dipende dal numero dei giocatori che prendono parte alla competizione, mentre la struttura dei pagamenti è decisa dalla sala che ospita l'evento prima dell'inizio delle partite.

Quando si parla di struttura dei pagamenti, è importante ricordare come non esistano dei veri e propri standard internazionali, anche se è pratica comune quella di premiare al vincitore con una somma che si aggira tra il 35 ed il 40% del montepremi totale distribuendo la parte restante in una proporzione che conta circa un giocatore a premio ogni 10 iscritti.

[Esempio: in un torneo di poker con 250 player iscritti, gli organizzatori prevedono quasi sempre 25 posizioni a premio.]

Consigli su come giocare un torneo di poker

La strategia da adottare quando si sceglie di giocare un torneo di poker è molto simile a quella che si usa nelle partite cash, almeno durante i primi livelli della competizione.

La scelta migliore è sempre quella di adottare uno stile tight, osservare lo stile di gioco degli avversari e prestare sempre la massima attenzione possibile alla posizione al tavolo; molti principianti del poker tendono a sottovalutare continuamente questo ultimo aspetto senza capire come la capacità di giocare in posizione sia uno dei segreti dei giocatori vincenti.

Se giocate un torneo di poker con rebuy - ovvero con la possibilità di acquistare chips durante il corso della competizione - allora è fondamentale per voi decidere la vostra strategia di gioco prima di incominciare il torneo, non a gioco in corso.

Rispettare decisioni prese a freddo vi permetterà  di evitare uno dei peggiori nemici dei giocatori di poker: il tilt.

[Continua  - 1 ]