ItaliaPoker > News di Poker > Coppie alte nel poker: attenzione, possono perdere valore velocemente!

Coppie alte nel poker: attenzione, possono perdere valore velocemente!

condividi su
Non è certo una legge del poker che partire con la mano migliore pre-flop significhi poi portarsi a casa il piatto.

Abbassare gli occhi verso le carte private e vedere una bella coppia è una delle sensazioni più piacevoli nel poker Texas Hold'em. Ovviamente, più è alta la coppia e meglio è. Peccato che ci si possa aspettare di vedere due assi solo 1 volta ogni 221 mani distribuite, per una probabilità contraria di 220 a 1. Eppure, lo sapevate che spesso una coppia alta (oltre A-A) non ha più valore di una piccola?

A meno che abbiate proprio due assi, a volte persino K-K e Q-Q non hanno molto più valore di 2-2, le cosiddette paperelle. Le tre mani completate più forti, prima del flop, sono solo appunto queste: A-A, K-K e Q-Q. Si tratta di mani di partenza che possono vincere il piatto senza dover migliorare, a differenza delle altre.

Supponete di ricevere due re in una partita di Limit Hold'em; è un'ottima starting hand. Pre-flop rilanciate, sperando di far foldare qualcuno. Più avversari rimangono nel piatto, infatti, più è probabile che qualcuno di loro alla fine avrà una mano migliore della vostra. Meglio giocare contro due o tre avversari: da quattro in su, K-K diventa sfavorita. E gli sfavoriti di solito perdono.

Anche giocando contro pochi avversari, capiterà che la vostra pocket pair di re si trovi in bilico. Tanti giocatori, infatti, amano vedere il flop con qualsiasi asso, persino A-carta bassa offsuited. La probabilità di centrare una coppia d'assi al floè è del 16%, non proprio bassissima insomma.

Quando avete due re, e al flop capita un asso, è ragionevole attendersi che uno degli avversari abbia chiuso una overpair rispetto ai vostri re. Con soli due out rimasti, K-K è la seconda mano migliore possibile. In pratica è come avere 2-2 o qualsiasi altra coppia bassa. Con soli due out, le probabilità di centrare un set al turn sono 22 a 1 contrarie. Anche considerando turn e river insieme la situazione non è delle migliori: le probabilità, infatti, sono contrarie 11 a 1.

Ma come si fa a foldare K-K? Una pocket pair alta è talmente affascinante... Come essere sicuri, dunque, che un avversario abbia floppato un asso? L'osservazione è l'arma migliore. A mano a mano che la partita si sviluppa, dovete essere in grado di valutare ciascuno dei vostri avversari. Così, se un giocatore tighg punta dopo l'uscita di un asso, è meglio foldare - anche una forte coppia di re.

Le chip risparmiate foldando hanno un valore. Le pot odds non giustificano un call sulla puntata di quel giocatore tight. Al contrario, propendete al call se la puntata arriva da un giocatore loose-aggressive. Lo avete già visto giocare mani simili, se è propenso al bluff allora chiamare è una buona idea.

Date sempre un'occhiata agli eventuali tell. Ce ne sono alcuni che indicano tipicamente un bluff. Per esempio: sporgersi all'indietro sulla sedia, coprirsi la bocca con la mano, massaggiarsi il collo, bloccare ogni tipo di movimento, trattenere il respiro, leccarsi le labbra e qualsiasi comportamento che devia dalla normalità (come ad esempio un giocatore ciarliero che improvvisamente smette di parlare).