ItaliaPoker > News di Poker > Dan Bilzerian su Trump, Rome Emperors in rimonta, IPT e EPT Malta al via
ept ipt malta trumop gpl

Dan Bilzerian su Trump, Rome Emperors in rimonta, IPT e EPT Malta al via

condividi su

Hot News: La GPL si avvia alle fasi finali, IPT e EPT a Malta per l’ultima volta e infine Dan Bilzerian shock sulle elezioni presidenziali in America

GPL: ripresa per i Rome Emporors

Continuano i Sali e scendi nelle classifica Eurasia della Global Poker League con i Rome Emperors finalmente non più fanalino di cosa.

La squadra di Pescatori si è portata in su fino al quarto posto e se riuscisse a restarci allora si qualificherebbe per le semi-finali.

In realtà ad eccezione dei Moscow Wolverines tutti gli altri team si trovano a distanza molto ravvicinata e pertanto i giochi saranno aperti fino all’ultimo.

Molto diversa la situazione per i team americani dove i Montreal e i LA Sunset di Maria Ho guardano tutti dall’altro e si sono già assicurati un posto nella prossima fase della manifestazione.

Crescono intanto il numero di visitatori e di spettatori della prima edizione della GPL che se da un lato ha deluso le aspettative dall’altro però ha mostrato di avere il potenziale per poter crescere e coinvolgere il pubblico nelle sue future edizioni.

Certo resta anche da vedere quanto l’interesse dei poker pro resti alto per la prossima stagione in programma, anche se è vero che ora con il supporto di Pokerstars la GPL si è assicurata un pubblico maggiore e l’eventuale partecipazione di diversi giocatori sponsorizzati dalla sala e magari anche vip come Neymar e Ronaldo.

 

 

 

EPT e IPT a Malta

L’ultima volta dell’EPT e dell’IPT in quel di Malta visto che dal prossimo anno i circuiti saranno rimpiazzati dal Pokerstars Festival e Championship.

Non è ancora stato ufficializzato il calendario e quindi non è dato sapere se Malta continuerà ad ospitare i tornei live di Pokerstars anche se, numeri alla mano, non è difficile prevedere come andranno le cose.

Malta infatti attira sempre più poker player professionisti, che oltre al poker possono godere di prezzi alla portata di mano e delle attrazioni di un’isola che essenzialmente vive di turismo e di gioco d’azzardo.

L’EPT è partito col botto con un high roller da 10.000 euro che ha visto subito 37 partecipanti tra cui Dario Sammartino che è stato però eliminato.

Si classifica per il day 2 invece Ivan Gabrieli. Tra i nomi più noti, in ottima posizione troviamo Anthony Zinno, Nick petrangelo, Pierre Neuville e Ole Schemion.

Parte oggi poi anche l’Italian Poker Tour con un day 1° che ha già visto nelle prime fasi ben 130 iscritti tra cui il vincitore in carica della scorsa edizione Georgios "ZISIMO7" Zisimopoulos.

 

 

Elezioni Presidenziali: anche Bilzerian dice la sua

Il mondo del poker si è spaccato per le ultime elezioni presidenziali in America dove Donald Trump e Hillary Clinton sono ormai alle battute finali.

Tanta accesa è stata la campagna tra i due quanto gli scontri sui social tra i poker player impegnati a difendere il proprio beniamino. La Selbst aveva duramente attaccato Doyle Brunson mentre Negreanu, grande sostenitore di Hillary, se la prendeva con Matusow per il suo supporto al tycon.

Si era fatta attendere ma infine è arrivata l’opinione di Dan Bilzerian, uno dei poker player più influenti proprio sui social, ma certo non un buon esempio per le nuove generazioni.

Senza peli sulla lingua Dan si dice entusiasta della candidatura di Trump perché se c’è riuscito uno come lui allora può farlo chiunque.

Non si capisce bene se il player sia sarcastico o meno nell’intervista rilasciata a Maxim, ma Bilzerian commenta che dopo averne fatte di tutti i colori ed essere stato anche in prigione lo consola sapere che potrà comunque un giorno essere presidente degli Stati Uniti.