ItaliaPoker > News di Poker > Dario Sammartino 3° nell’HR One Drop, IPO 24 al final table, PokerStars crash
dario sammartino3

Dario Sammartino 3° nell’HR One Drop, IPO 24 al final table, PokerStars crash

condividi su

Dario Sammartino sul podio alle WSOP, ecco i finalisti dell’IPO 24, ancora problemi al server di PokerStars: tornei domenicali cancellati.

High Roller for One Drop: Sammartino è 3°

130 entry, oltre 13,7 milioni di dollari e un solo vincitore: Doug Polk. L’High Roller For One Drop da 111.111 dollari delle WSOP 2017 si conclude con il terzo braccialetto in carriera per il noto giocatore/YouTuber, che in heads-up ha detto di no a Bertrand ‘ElkY’ Grospellier, incassando oltre 3,6 milioni di dollari.

Strepitoso terzo posto per Dario Sammartino, che intasca 1,6 milioni di dollari ma torna a casa (o meglio, in hotel) con un pizzico di amaro in bocca. Il napoletano era super chip leader a 6 left, ma un po’ la struttura che ha cominciato a collassare, un po’ la Dea Bendata avversa, e Sammartino si è dovuto ‘accontentare’ del gradino più basso del podio.

Ovviamente ricco di top player il panorama del final table, che ha visto Haralabos Voulgaris chiudere al 4° posto, Martin Jacobson al 6°, Rainer Kempe al 7° e Andrew Robl all’8°:

1-      Doug Polk $3.686.865

2-      Bertrand Grospellier $2.278.657

3-      Dario Sammartino $1.608.295

4-      Haralabos Voulgaris $1.158.883

5-      Chris Moore $852.885

6-      Martin Jacobson $641.382

7-      Rainer Kempe $493.089

8-      Andrew Robl $387.732

9-      Michael Kamran $312.006

IPO 24: stabilito il final table

ipo

Un altro final table, anche se ancora non compiuto e decisamente meno ricco. IPO 24, 24° edizione dell’Italian Poker Open, attende di sapere chi metterà le mani su una prima moneta di 300.000 euro. Che non saranno 3,6 milioni come alle WSOP, ma pure il buy-in da 550 euro non ha nulla a che vedere con 111.111 dollari!

Al tavolo finale, il più dotato di chip è Fabio Gamba con 22.800.000, oltre 1,5 volte in più i 14.080.000 di gettoni di Gianfranco Iaculli. Occhio a Mario ‘Coinflip21’ Carrascon, 7° con 8.525.000.

Nella corsa al tavolo finale abbiamo perso tanti potenziali protagonisti come Raffaele Castro, Alessandro Minasi, Dario Cannistrà, Claudio ‘Swissy’ Rinaldi e Alessio Isaia, tutti eliminati durante il penultimo giorno di gioco.

1-      Fabio Gamba 22.800.000

2-      Gianfranco Iaculli 14.080.000

3-      Paolo Caverzaghi 11.235.000

4-      Ivan Losi 11.000.000

5-      Cosimo De Gennaro 9.680.000

6-      Fausto Silva 9.500.000

7-      Mario Carrascon 8.525.000

8-      Brando Naspetti 7..725.000

9-      Dario Bonissi 6.485.000

PokerStars crash, domenicali interrotti

Non ha molto senso il nostro consueto report sul Sunday Special di PokerStars.it, dato che per la seconda volta nel giro di un mese i server della poker room della picca hanno fatto cilecca, bloccando non solo il gioco nel nostro Paese ma in tutte le piattaforme targate PokerStars.

Così, anche in questa occasione i tornei sono stati gestiti col metodo del roll forward: negli eventi già iniziati, come appunto il Sunday Special, il montepremi è stato spartito al 50% tra tutti i player ancora in corsa e al 50% in base allo stack, visto che la bolla non era ancora scoppiata.

Così, il Sunday Special è andato a ‘PescaCarta’, il giocatore che era chip leader al momento dello stop. Per lui, però, soltanto un premio di 836,66 euro. Tutti i giocatori si sono messi in tasca un premio minimo di 189,84 euro.

Orrore al Resorts World Manila: 36 morti

Resorts World Manila

Giovedì sera, un folle armato di fucile si è introdotto nel Resorts World Manila, seminando il panico e uccidendo 36 persone (ferendone quasi il doppio). L’uomo non ha utilizzato il fucile per fare quella che è una vera e propria strage: molti visitatori sono morti perché l’assalitore ha dato fuoco a tavoli e arredamento.

Lo squilibrato (inizialmente si pensava ad un attacco terroristico, ipotesi poi smentita) voleva rapinare il casinò. Dopo aver ingaggiato battaglia con le forze dell’ordine, l’uomo si è rifugiato in una stanza d’albergo vicino al Resorts World Manila.

Qui, a completare il suo folle gesto, si è cosparso di benzina e si è dato fuoco. Secondo la polizia locale l’uomo avrebbe agito o per recuperare il denaro perso al gioco o semplicemente per un attacco di pazzia.