ItaliaPoker > News di Poker > I 5 personaggi più odiati del poker

I 5 personaggi più odiati del poker

condividi su
Quali sono le personalità pokeristiche più invise al tavolo o più in generale al grande pubblico?

 

Il poker vive di momenti. C'è l'anno in cui ti va tutto bene e sembri inarrestabile e l'anno in cui invece perdi tutti i colpi e ti pare di essere diventato un donk.

Eppure anche in questo mondo le costanti non mancano. Come ad esempio quei giocatori che, a prescindere dai loro risultati, rimangono sempre tra i più odiati, seppure per motivi diversi. Eccoli:

Annie Duke/Howard Lederer

Si meriterebbero un posto ciascuno, ma abbiamo deciso di riunirli. Lederer fa parte della lista perché ovviamente è in parte colpa sua se Full Tilt Poker è finita a ramengo.

Anche se continua a dichiararsi innocente, in poche persone nel mondo del poker sono portate a credergli.

I giocatori americani stanno ancora aspettando che i loro conti vengano sbloccati: 400 milioni di dollari di buoni motivi per odiare Lederer.

La Duke è odiata per un fantastiliardo di motivi, come Daniel Negreanu non manca mai occasione di far notare.

Che sia il suo atteggiamento o il suo passato coinvolgimento con UltimatBet, in molti non la apprezzano.

E se siete a corto di motivi per odiarla, basta chiedere al Poker Kid.

Russ Hamilton

C'era lui dietro lo scandalo che ha affossato UltimateBet.

Per molti, è lui la personalità più odiata nel mondo del poker. Dopo la scoperta del suo utilizzo di un super-user con il quale truffava i suoi giocatori online, le World Series of Poker hanno rimosso la sua effigie di campione per molti anni.

Una fine trista per un uomo capace di vincere il Main Event nel 1994.

Ray Bitar

Se c'è una persona che può battere Russ Hamilton in termini di odio da parte dei giocatori di poker, questa è l'ex CEO di Full Tilt Poker.

Bitar è il motivo principale del collasso della compagnia, e il fatto che non abbia aperto bocca dopo il Black Friday ha fatto arrabbiare ancor di più la comunità pokeristica.

Anche dopo aver scoperto le condizioni pessime del suo cuore, in molti preferirebbero vederlo dietro le sbarre.

Phil Hellmuth

Il Poker Brat è sicuramente uno dei preferiti del pubblico, e forse non è del tutto corretto inserirla nella lista dei 5 personaggi più odiati nel poker.

Però la sua arroganza e la sua tendenza a lamentarsi come un bambino (da qui il soprannome) quando è seduto al tavolo hanno finito per far infuriare centinaia di suoi avversari.

E poi c'è anche chi lo odia perché ha vinto due Main Event WSOP, un Main Event WSOP e in generale più braccialetti di tutti in carriera.

Ma questa si chiama invidia.

Chino Rheem

Chino Rheem è la versione moderna di T.J. Cloutier.

Se non sapete cosa significa, basta chiedere a chiunque abbia frequentato il mondo del poker negli ultimi 10 anni, a prescindere dal fatto che abbia prestato o meno del denaro a T.J.

Rheem ha accumulato debiti su debiti nel mondo del poker, senza preoccuparsene finché qualcuno lo ha pubblicamente sputtanato (scusate il termine).

Pare che debba ancora molti soldi a molta gente e che si sia giocato (e perso) il buy-in da 111.000 dollari del One Drop High Roller al tavolo del baccarat.