ItaliaPoker > News di Poker > I vincitori dei ME SCOOP 2016, Spinucci alle ISOP, i Mizrachi sbancano, Colman si rivela

I vincitori dei ME SCOOP 2016, Spinucci alle ISOP, i Mizrachi sbancano, Colman si rivela

condividi su

Ecco chi ha vinto i Main Event delle SCOOP 2016, a Nova Gorica trionfa Spinucci, che aprile per i fratelli Mizrachi, Daniel Colman e il multiaccounting.

Main Event SCOOP 2016: Alessandro Giordano vince l'High, 91BlackPearl il Low

scoop 2016 risultati

Si è conclusa nella notte l'edizione delle SCOOP 2016, le Spring Championship of Online Poker di PokerStars.it. Podio da urlo nel Main Event High da 2.615 iscritti, con tre regular: Alessandro Giordano primo, Denis Karakashi secondo e Nicolò Serlenga terzo.

Tanti i big del poker italiano andati a premio: Davide 'zizinho89' Suriano (257°) Raffele 'jezebel87' Bertolucci (229°), Antonio 'barcia961' Barbato (182°) Niccolò 'ChallengerGX' Ceccarelli (124° ), Italo 'Hidden91' Modena (122°), Eros 'Eros9' Nastasi (63°), Rocco 'RoccoGe' Palumbo (30°) e Ivan 'mrbluff234' Gabrieli (19°).

Ecco il payout del tavolo finale

1-      ale779 €87.113

2-      LaSnaida €77.105

3-      WhyAlw4ysM3_ €70.412

4-      (anonimo) €43.953

5-      sapy000 €28.569

6-      L4Fr4 €21.732

7-      1o.oooLire €16.848

8-      zawarella €11.965

9-      ILOROB €7.081

Per quanto riguarda il Main Event Low, 4.072 iscritti e oltre 183.000 euro di montepremi.

Ecco il payout del final table:

1-      91BlackPearl €17.744

2-      Markese62 €15.000

3-      ImRigged €14.193

4-      78Andrew78 €17.000

5-      enzotribulla €13.024

6-      IlGrandeZuma €5.405

7-      fagiano21 €3.573

8-      i.w.b.l. €2.382

9-      Lazza1987 €1.685

 

Alberto Spinucci vince la nona tappa delle ISOP 2015/2016

Alberto Spinucci ha superato in heads-up Martino Favaretto, portandosi a casa, al Perla di Nova Gorica, la nona tappa delle ISOP 2015/2016 e gli annessi 12.500 euro destinati alla prima moneta; per il runner-up un premio di 'consolazione' di 7.700 euro.

Sfida davvero intensa quella che ha deciso le ISOP, con l'heads-up che si è protratto addirittura per quattro ore. Favaretto ha cominciato la battaglia in vantaggio, ma Spinucci ha saputo erodere piano piano lo stack altrui, fino a mettere la freccia e a chiudere la contesa con J-T contro il 6-5 del suo avversario.

Il payout dei migliori 10 classificati alla 9° tappa delle ISOP 2015/2016:

1-      Alberto Spinucci €12.500

2-      Martino Favaretto €7.700

3-      Massimo De Mauri €4.600

4-      Mimmo Cuzzucoli €3.730

5-      Giuseppe Ruocco €2.950

6-      Francesco Napoli €2.250

7-      Simone Ficarra €1.600

8-      Gunter Schlatte €1.200

9-      Alex Travaglini €933

10-  Antonello Casillo €933

 

I fratelli Mizrachi fanno incetta di tornei (e soldi)

Prima Robert, poi Michael, per un totale di oltre 207.000 dollari incassati nella prima metà del mese di aprile. Per i fratelli Mizrachi un periodo davvero positivo, con Michael - il più forte dei due - capace di portarsi a casa un Side Event del WPT Seminole Hard Rock Showdown per una prima moneta di quasi 33.000 dollari.

Era da oltre un anno che 'The Grinder' non riusciva ad alzare un trofeo, anche se di certo le prestazioni non sono mancate. L'ultima volta che Michael aveva esultato era lo scorso aprile 2015, quando 'The Grinderì riuscì a fare suo un torneo del WPT in quel di Calgary.

Prima di lui, a inizio mese, il fratello Robert non era riuscito a vincere, ma con un 2° posto in un altro Side Event del WPT Seminole Hard Rock Showdown si è portato a casa 174.000 dollari abbondanti, per un totale appunto di oltre 207.000 tra i due fratelli.

 

Dan Colman rivela: "Ho fatto multiaccounting, account sharing e sono andato spesso broke"

I podcast di Joey Ingram non tradiscono mai. L'ultimo suo ospite, Dan Colman, in oltre due ore di intervista/chiacchierata ha raccontato parecchie cose inedite e interessanti di sé, la maggior parte delle quali non proprio edificanti.

Colman ha infatti svelato di aver cominciato a giocare ancora minorenne, per l'esattezza a 16 anni, e di aver praticato account sharing: entrava nel conto di gioco di un amico e giocava con un account diverso dal suo.

E non è finita qui. Fino al 2012, Colman faceva anche multiaccounting, cioè giocava con più account sulla stessa piattaforma, in barba a tutte le regole. L'americano ha anche svelato di essere andato broke tantissime volte, e di aver completamente ignorato le buone regole del bankroll management, agli inizi della sua carriera.

Colman ha svelato che su Full Tilt giocava gli heads-up da 500 dollari con appena due o tre buy-in a disposizione: la fortuna gli ha permesso, una sera, di partire dagli heads-up da 500 fino ad arrivare a giocare quelli da 5.000.