ItaliaPoker > News di Poker > Il poker al casinò: come battere la rake

News di Poker

Il poker al casinò: come battere la rake

condividi su

I casinò guadagnano grazie al cosiddetto vantaggio della casa, presente in tutti i tipi di giochi in cui occorre battere il banco, ma ovviamente non nel poker - dove i giocatori si sfidano tra di loro. 

In questo caso, il casinò - o la poker room online - ha il suo guadagno nella rake, cioè nella percentuale che trattiene da ogni piatto giocato.

Il casinò può influenzare il proprio vantaggio della casa semplicemente impostando le odds, ma il giocatore - con la sua abilità - può tentare di ridurlo. Per esempio, nel blackjack il vantaggio del casinò è di circa il 10% contro un giocatore normale, ma di appena lo 0,25% contro un giocatore che adotta una strategia perfetta e che è in grado di contare le carte.

Il poker è diverso

Nel poker, come detto, il casinò ottiene il suo vantaggio tramite la rake , cioè dalle chip trattenute e fatte cadere in una sorta di fessura (nel tavolo o vicino al tavolo accanto al dealer) collegata con una scatola. Periodicamente, la security passa tra i tavoli e rimuove la scatola piena di chip, sostituendola con una vuota.

La rake rappresenta un costo significativo per il giocatore. Tipicamente, nelle partite Limit, la rake è di 4 dollari a mano - nei casinò americani. In media, ogni ora si giocano 33 mani: questo significa che per ogni tavolo, un casinò mediamente incassa 132 dollari.

Se il tavolo è full, cioè formato da 9 giocatori, vuol dire che in media ogni giocatore contribuisce per circa 15 dollari l'ora alle fortune del casinò. Giocando per 5 ore, sono 75 dollari, una cifra che può rappresentare un intero buy-in ai taovli limit low stake. E se i tavoli sono short-handed, il costo è addirittura più alto.

Come ottenere un vantaggio

Se volete terminare la sessione in attivo, dovete vincere a sufficienza per superare la rake e gli eventuali altri costi, come mance o soldi spesi per cenare fuori. L'unico modo per farlo è essere più bravi degli avversari. Eccovi quattro semplici regolette da seguire:

1 - Fissate un obiettivo

Iniziate ogni sessione fissando un obiettivo. Quanto volete vincere? Non dimenticate che una corretta gestione del bankroll è fondamentale per fare i conti con la varianza, che può essere positiva ma anche negativa.

2 - Scegliete il tavolo giusto

Meglio sedersi a un tavolo ricco di giocatori loose-passive, giocatori che vedono molti flop ma non sono abbastanza aggressivi da rappresentare una minaccia. Evitate invece i giocatori molto tight e molto aggressive: questi giocatori entrano più di rado nel piatto e quando lo fanno, di solito, hanno una buona mano e spingono molto. La posizione, in base ai vari tipi di giocatori, è molto importante.

3- Giocate solo con mani di partenza buone

Scegliete mani di partenza che abbiano buone possibilità di vittoria. Se volete un piccolo aiuto, cercate su Internet le classiche tabelle con le varie starting hand a seconda della vostra posizione al tavolo.

4- Rimanete sempre concentrati

Il poker è un gioco di informazioni parziali. Fate del vostro meglio per raccogliere quante più informazioni possibili. Questo significa evitare le distrazioni (il cellulare, le chiacchiere esagerate al tavolo, ecc.).