ItaliaPoker > News di Poker > Manny Pacquiao subisce un bluff da 100.000 dollari

News di Poker

Manny Pacquiao subisce un bluff da 100.000 dollari

condividi su
Secondo un post comparso su Insstagram, la leggenda filippina del pugilato avrebbe subito un bluff da 100.000 dollari al river da parte dello specialista Justin 'Boosted J' Smith.

Al mondo non esistono molte persone che possono dire di aver incontrato Manny Pacquiao, leggenda della boxe filippina, senza finire al tappeto: in 64 match, Manny è andato giù soltanto 5 volte. Eppure, contro Justin 'Boosted J' Smith non ha potuto davvero nulla.

C'è da dire che i due non hanno incrociato i guantoni, ma le carte. Secondo l'account Instagram dello specialista del cash game, Smith avrebbe piazzato "uno dei bluff più aggressivi" della sua carriera. Questo nonostante si trovasse di fronte un pugile della caratura di Pacquiao, e per la prima volta: come sapeva che non avrebbe reagito male a un bluff?

Battute a parte, Smith ha scritto: "Ho puntato più di 100.000 dollari al river, lui ci ha pensato per quasi cinque minuti, e alla fine ha mostrato che aveva una coppia d'assi, prima di foldare". Come detto, 'Boosted J' ha postato una foto sul suo account di Instagram che lo ritrae - non si capisce dove - insieme con 'Pac-Man'.

"Ha iniziato a pregarmi di mostrare una mano. Io avevo due di quelle carte che mai avrei potuto possedere, talmente facevano pena, ma gli ho letto la mano e ho deciso di provarci". Ma alla fine, Smith ha avuto il coraggio di mostrare le carte al pluri-campione del mondo?

Smith ha raccontato come normalmente non mostri le carte, e che non voleva spiattellare in faccia a Pacquiao la sua superiorità o il fatto di averlo 'fregato'. Ma dopo avergli chiesto per tre volte "sei sicuro di voler vedere la mia mano?" ed aver ottenuto sempre una risposta affermativa, Smith ha mostrato le carte evidenziando un bluff totale.

Fortunatamente per 'Boosted J', Paquiao l'ha presa abbastanza bene e si è limitato ad abbracciare il suo rivale. "Quest'uomo è una leggenda - ha affermato Smith - e un modello non solo per me stesso, ma per molte persone sparse in tutto il mondo".

Una leggenda che a quanto pare non disprezza il poker, né tantomeno la notorietà. Domenica, infatti, Pacquiao si è unito ai vari Donald Trump e Kristin Cavallari tra i giudici di Miss Universo. Quando ormai mancavano poche candidate, il pugile ha piazzato una domanda molto interessante a una delle ragazze, più precisamente Nia Sanchez, ovvero Miss USA.

"Se avessi 30 secondi per dare un messaggio a un terrorista internazionale, tu che cosa gli diresti?". Una domanda sicuramente complicata, per chi di solito a qualsiasi questione cerca di replicare inserendo parole chiave come mondo e pace.

"Vorrei solo dire che come Miss USA io posso sempre diffondere un messaggio d'amore, di speranza e di pace, quindi farei del mio meglio per diffondere il messaggio tra i terroristi e nel resto del mondo". Missione compiuta per Miss USA.

Purtroppo per la ragazza, la risposta non è stata sufficiente per garantirsi la vittoria finale. Per dovere di cronaca, il titolo di Miss Universo è andato alla splendida Paulina Vega, Miss Colombia.