ItaliaPoker > News di Poker > ‘MarcoMate’ vince le Micro Series, Suriano da urlo a Vienna, a settembre torna il Sunday Million
sunday million2

‘MarcoMate’ vince le Micro Series, Suriano da urlo a Vienna, a settembre torna il Sunday Million

condividi su

Si chiudono le Micro Series di PokerStars.it, Suriano fa suo il Summer Special a Vienna, il 17 settembre è tempo di Sunday Million.

Micro Series Main Event a ‘MarcoMate’

3.298 entry e un montepremi garantito che da 100.000 euro schizza oltre 148.000. Stiamo parlando del Micro Series Main Event, torneo da 50 euro di buy-in che ha chiuso la serie di tornei low buy-in organizzata naturalmente da PokerStars.it.

Al termine di un deal a due, ‘MarcoMate’ ha alzato il trofeo virtuale, incassando 22.685 euro e lasciando a ‘gaggio22’, il runner-up, un secondo posto da 18.129 euro. Completa il podio il 3° posto del regular ‘majiko15’: 12.466 euro per lui.

Tra i big arrivati al Day 2 del Micro Series Main Event, da segnalare il 14° posto di Stefano ‘easycallxxx’ Terziani, che si è dovuto accontentare di un mini-cash da 704 euro, nonostante il big stack di partenza.

Ecco il payout del tavolo finale del Micro Series Main Event:

1-      MarcoMate €22.685*

2-      gaggio22 €18.129

3-      majiko15 €12.466

4-      clasurf €8.533

5-      NoNDAilRESTO €6.455

6-      LorisKK €4.971

7-      PescaCarta €3.487

8-      ONIS22 €2.006

9-      zlale €1.261

Davide Suriano fa suo il Summer Special

suriano vienna

La vittoria di Davide Suriano al Summer Special del Montesino Casino di Vienna è sorprendente per un paio di motivi. Non tanto perché ‘zizinho’ non è uno specialista dei tornei multitavolo, quanto per il modo in cui questa vittoria è arrivata.

L’azzurro, infatti, si era iscritto al torneo di qualificazione online per sbaglio. Sì, perché Suriano era convinto di aver effettuato il buy-in a un normale MTT online da 100 euro, e invece si è reso conto che si trattava di un satellite.

Satellite che poi l’italiano ha vinto, e non solo: alla finale live, Suriano si è presentato con lo stack più grosso e non ha praticamente mai lasciato le posizioni di vertice del chip count. Alla fine, proprio lui ha proposto un deal a 9 al tavolo finale, con la spartizione per ICM.

Ecco il payout del tavolo finale del Summer Special:

1-      Davide Suriano €7.690

2-      Gabriel Peter €6.230

3-      Demyan Shcheglov €5.490

4-      Christian Pepino €4.120

5-      Nenad Stankovic €4.040

6-      Gunther Volker €4.030

7-      Till Gubitz €4.010

8-      Dusan Rapo €3.690

9-      Simone Strookman €3.520

Sunday Million: a settembre l’edizione numero 9

PokerStars.it ha comunicato la data della nona edizione del Sunday Million, il torneo di poker online più ricco del panorama italiano, che mette in palio un montepremi garantito di un milione di euro.

Confermata anche la versione Progressive KO, già vista nella settima e ottava edizione del torneo, che permette di intascare denaro ad ogni eliminazione. Lo shuffle up and deal è previsto per le 21 di domenica 17 settembre.

La struttura portante del Sunday Million non cambia: gli iscritti potranno partire con una dotazione di 20.000 gettoni, e i livelli dei bui aumenteranno ogni 20 minuti, partendo da un primo livello da 25/50. Confermato anche il buy-in da 250 euro.

Matt Glantz contro Zo Karim

Matt Glantz

Di faide tra giocatori di poker ne abbiamo viste tante, ma mai come in questo caso la ragione sembra essere sbilanciata totalmente verso una delle due parti in causa, più precisamente verso Matt Glantz contro Zo Karim.

Glantz, qualche giorno fa, su Twitter ha cominciato a lanciare messaggi più o meno sibillini, in cui spiegava di essere stato truffato da un noto giocatore, lamentandosi di come molti colleghi fossero a conoscenza di quanto stava accadendo, pur senza intervenire.

Nel giro di pochi tweet, l’arcano è stato svelato: sembra che Glantz abbia prestato del denaro a Karim, denaro che poi non sarebbe stato più restituito. Ma possiamo anche togliere il condizionale, a dirla tutta.

Lo stesso Karim, infatti, ha ammesso pubblicamente l’accaduto sempre su Twitter, spiegando di aver commesso degli errori e di avere tutte le intenzioni di riparare i torti inflitti.

 

Commenti

Posta il tuo commento

I commenti sono disabilitati.

Commenti

Nessuno ha commentato questa pagina