Le Migliori Strategie di Poker dalla Matematica alla Psicologia

Pokermania Seconda Puntata -5

condividi su

Analisi completa della seconda puntata del famoso show televisivo di Italia1 "Poker Mania" interamente dedicato al poker. (Quinta Parte)

Diciasettesima Mano. Button: Layne; BB: 120; A: 15

Preflop
Layne Q 3 calls; Erick A 4 checks
Erick 60%; Layne 39%
Commento. Qui secondo me Layne fa un errore: nell'heads up al preflop non si dovrebbe fare quasi mai call, o si rilancia o si lascia. Erick invece sfrutta il fatto che potrà vedere tre carte gratis.
Flop A A 3
Erick 96%; Layne 4%
Erick checks; Layne bets 300; Erick calls
Commento. Ecco che Layne rischia di pagare assai caro il suo errore al preflop: Erick fa slow play, e Layne sembra abboccare. La sua coppia di tre, per quanto low pair, gli dà coraggio, quindi Layne non può pensare di levarsi dal tavolo, sarebbe veramente un'intuizione troppo geniale.
Turn 7
Erick 100%;
Erick checks; Layne checks
Commento. Erick continua nel suo slow play, ma probabilmente Layne ha fiutato il pericolo, ed infatti non fa una continuation bet. Comunque è un'intuizione tardiva, come si può vedere dal fatto che Erick ha la mano vincente in ogni caso, qualunque carta esca al river. Sarò ripetitivo, ma l'errore Layne non lo ha fatto qui, ma al preflop
River 8
Erick bets 580; Layne calls; Erick wins 2030, 3 of a kind, Aces
Commento. Qui Layne fa a parer mio un altro errore: non rilancia perché teme che Erick possa avere qualcosa di meglio, ma allora a quel punto sarebbe meglio lasciare. In fondo, Layne non ha investito troppo in questo tavolo, quindi le pot odds potevano suggerirgli di lasciare, invece si è fatto tentare dalla curiosità, che come tutti sanno ha un ben caro prezzo a volte.


Posizioni al tavolo e Chip count:
1 Layne Flack 3995
2 Erick Brenes 3680
3 Mike Matusow 3rd place
4 Patrick McMillian 4th place
5John Juanda 5th place
6 Vic Fey6th place
Commento. Qui è ben visibile il prezzo pagato da Layne per la sua curiosità: Erick lo ha raggiunto, e ora la partita è davvero imprevedibile.


Diciottesima Mano. Button: Layne; BB: 120; A: 15

Preflop
Layne 8 6 raises 400; Erick K Q raises all in 3665; Layne folds; Erick wins 4135
Erick 66%; Layne 34%
Commento. Questa mano non avrebbe niente di significativo se non per due cose: vi è il sorpasso di Erick su Layne e quello che secondo me è un errore di Erick: con una mano del genere io sarei andato almeno al flop. Probabilmente avrei rilanciato anche io, ma non con l'obiettivo di porre un ultimatum al mio avversario.


Diciannovesima Mano. Button: Layne; BB: 120; A: 15

Preflop
Layne 9 9 raises 460; Erick 2 2 raises all in; Layne calls all in 3560
Erick 18%; Layne 81%
Commento. Ora è Erick a sbagliare: come si fa ad andare all in con una coppia di due? D'accordo difendere le coppie, ma con cinque carte da scoprire le probabilità che l'altro infili una coppia sono davvero alte, mentre Erick può solo sperare in un altro 2. Come si può vedere, il mio discorso vale a prescindere dalle carte che Layne ha in mano. Questa è comunque la mano decisiva: se vince Erick, il torneo è suo, se vince Layne, bisogna andare avanti ma Erick avrebbe così poche chips che il torneo durerebbe ancora poco.
Flop A 6 4
Erick 10%; Layne 90%
Commento. La situazione si fa ancora più drammatica per Erick, Layne si avvicina alla vittoria. Ma...
Turn 2
Erick 95%; Layne 5%
Commento. Ma ecco la classica situazione da "quando si dice il destino!". Erick aveva vinto già una mano che gli aveva permesso di fare un double up (ossia raddoppiare le sue chips) e non essere più short stack grazie ad una coppia di due, ora questa coppia gli sta per regalare un milione di dollari.
River K
Erick wins 7150, 3 of a kind, 2; Layne quits, 2nd place, 500.000 $; Erick wins the tournament, 1.000.000$
Commento. Il river non aiuta Layne: la vittoria va ad un fortunato Erick, che riesce a vincere proprio grazie ad un errore. Sarò ripetitivo, ma chi vuole imparare a giocare a poker non prenda esempio da questa mano: nove volte su dieci le cose non vanno a finire così bene per chi fa questo tipo di errori.

Commento finale

Questo torneo ha visto un gioco molto variegato, con errori strani da vedere in un tavolo finale ma dettati per lo più dalla voglia avere un gioco imprevedibile: l'unico a fare eccezione è stato Mike, che proprio ha sbagliato a prendersi quei rischi quando si trovava in testa e poteva benissimo stare a guardare in quelle mani. Erick ha vinto grazie ad un errore, ma, sottolineo, ciò non deve far perdere di vista che sempre di un errore si è trattato. Chi ha giocato meglio secondo me è stato Layne, imprevedibile ma non troppo avventato, seppur con qualche errore segnalato nel corso di questa recensione. Oltre all'heads up, maani decisive nel torneo sono state quelle dalla 13 alla 15: qui Mike ha distrutto la sua possibilità di vittoria, nonostante l'ottima conduzione da lui avuta nella mano 12. Tecnicamente a parer mio la mano migliore è stata la numero 5: sia Mike sia Layne hanno fatto quello che dovevano fare, anche l'all in di Mike ci poteva stare, e Layne avrebbe fatto abboccare benissimo Mike al suo amo, se non fosse stato per quel bloody river.