ItaliaPoker > News di Poker > Sammartino e i qualificati al Millions, Italia campione tra gli amatori, chiude Ivey League
dario sammartino2

Sammartino e i qualificati al Millions, Italia campione tra gli amatori, chiude Ivey League

condividi su

La fase di qualificazione di Sanremo al PartyPoker Millions incorona 11 giocatori. La Nazionale italiana bissa il trionfo al WCOAP, mentre la “scuola” fondata da Phil Ivey chiude i battenti.

Sammartino e altri dieci verso Nottingham

Si è giocata la seconda fase italiana di qualificazione al PartyPoker Millions, evento che scatterà venerdì presso il Dusk Till Dawn Casino di Nottingham. Centinaia di giocatori si sono dati appuntamento a Sanremo per dare la caccia agli ultimi posti disponibili per il Main Event che assegna ben sei milioni di sterline di montepremi garantito, con un milione che è assicurato per il vincitore.

A dominare il chipcount degli undici giocatori rimasti in corsa dopo una lunga e intensa settimana di gioco, sono due svedesi, ovvero Louis Anthony Nyberg ed Erik Anton Wigg, entrambi particolarmente noti alla platea internazionale così come Faraz Jaka, un altro dei qualificati. Ma gli occhi degli appassionati italiani erano rivolti quasi tutti su Dario Sammartino, la cui presenza in quel di Sanremo non era prevista e ha infiammato le fasi finali di gioco durante soprattutto il Day 1 e il Day 2.

Alla fine, il secondo giocatore più ricco all-time tra gli italiani ha concluso con circa 3 milioni di chip, sufficienti per prendere il primo volo per Nottingham e dare la caccia al milione. Gli altri azzurri qualificati rispondono ai nomi di Tommaso Briotti, Muhamet Perati, Alessandro Bini, Marcello Miniucchi, Simone Cosentini, Nicola Cappellesso e Federico Macori.

 

Andiamo dunque a consultare il chipcount dei qualificati della fase di Sanremo:

 

  1. Louis Anthony Nyberg 12.310.000
  2. Erik Anton Wigg 8.975.000
  3. Tommaso Briotti 4.020.000
  4. Muhamet Perati 3.515.000
  5. Alessandro Bini 3.250.000
  6. Faraz Jaka 3.175.000
  7. Marcello Miniucchi 2.475.000
  8. Dario Sammartino 2.060.000
  9. Simone Cosentini 1.900.000
  10. Nicola Cappellesso 1.410.000
  11. Federico Macori 1.190.000

 

Mondiali per amatori, è bis Italia!

Due anni fa arrivò il primo trionfo per i nostri colori al WCOAP (World Championship of Amateur Poker), con il successo del quartetto azzurro in quel di Londra. Quest’anno la storia si è ripetuta, con l’affermazione della Nazionale italiana ai campionati del mondo di poker per amatori. La rassegna si è giocata la scorsa settimana a Manchester, e le mani dei nostril connazionali non hanno tremato nemmeno questa volta.

Luca Cannella – il capitano della spedizione italiana oggi come a Londra nel 2015 - , Catello Di Martino, Gabriel Iemmito e Dorina Ciocan. Sono loro gli autori di questo exploit, che di fatto è iniziato fin dal primo “shuffle up and deal” di questo Mondiale, rendendo praticamente inutile la disputa del Main Event, che di fatto è servito solo per assegnare le posizioni immediatamente dietro agli azzurri. Per la cronaca al secondo posto si è piazzato il Belgio, mentre a completare il podio ci ha pensato il Galles.

Ivey League, è finite

Poco più di tre anni dopo, si concluderà nella maniera più mesta possibile l’avventura di Phil Ivey in qualità di imprenditore nel campo del poker coaching. Il fortissimo giocatore americano, infatti, ha dato l’annuncio relativo alla sospensione di Ivey League, il sito da lui stesso fondato all’inizio del 2014 con l’intento di fornire nozioni di strategia sul poker.

Un’avventura che sembrava partire sotto i migliori auspici, almeno a giudicare dalle personalità del mondo del poker che lo stesso Ivey aveva contattato per aggregarsi al ‘gruppo di lavoro’ per il suo portale. Tuttavia, Ivey League fin dall’inizio non ha avuto il successo che ci si attendeva, nonostante venissero pubblicati con assidua frequenza video e articoli con nozioni comunque interessanti, in particolare per giocatori con meno esperienza.

Dal 1° Maggio, dunque, non avverranno più aggiornamenti all’interno di Ivey League, mentre resteranno online i precedenti articoli e i video postati sul sito, che rimarrà dunque online. Per quanto riguarda gli utenti che avevano già sottoscritto l’abbonamento ad Ivey League, a breve partiranno i rimborsi, come ha già annunciato lo stesso Phil.