ItaliaPoker > News di Poker > Sunday Million Live alla tedesca, Polk sfida Dwan, Lepore si dà al cinema
philipp salewski

Sunday Million Live alla tedesca, Polk sfida Dwan, Lepore si dà al cinema

condividi su

Philipp Salewski vince la prima edizione del Sunday Million Live, Doug Polk lancia la sfida a Tom Dwan, mentre il cinema è la nuova frontiera di Gabriele Lepore.

Sunday Million Live, dominio tedesco

È Philipp Salewski il vincitore della prima edizione live del Sunday Million, evento organizzato da PokerStars presso il King's Casino di Rozvadov. È è stata subito una edizione da record, considerando la quantità di giocatori che hanno affollato i tavoli della struttura ceca e il montepremi venuto fuori di conseguenza. Ben 5.048 partecipanti all'evento da 220 euro da buy-in, appena 30 euro in meno di quanto si pagherebbe per partecipare all'evento online sulla poker room della picca rossa.

Tra i 27 giocatori che hanno preso parte al Final Day del primo Sunday Million Live della storia c'era anche un giocatore italiano, ovvero Edoardo Poggiali. Il migliore degli azzurri, però, non ha fatto tantissima strada. Per Poggiali è infatti arrivata l'eliminazione in 26esima posizione, con un assegno da 2.400 euro ritirabile in cassa. L'ultimo colpo è stato imparabile per l'azzurro, che è dunque uscito senza rimpianti.

Ecco il payout per il tavolo finale:

  1. Philipp Salewski €111.674*
  2. Domenik Alexander Kabas €92.011*
  3. Jozef Komorny €81.093*
  4. Karel Kovarik €76.522*
  5. Andrei Kurdyukov €39.680
  6. Werner Nather €29.000
  7. Filip Zak €21.400
  8. Markus Kowalski €15.500 
  9. Patrick Vogelsanger €11.300

Doug Polk sfida Tom Dwan

phil hellmuth doug polk 658x370

Che Doug Polk (ritratto in foto con Phil Hellmuth) non sia un personaggio che le manda a dire, crediamo che sia una cosa risaputa. E che Doug Polk usi il proprio essere così estroverso per attaccare in maniera frontale e diretta gli altri grandi protagonisti del poker internazionale, è un'altra cosa altrettanto risaputa. Così, il noto giocatore nonchè vlogger americano ha voluto lanciare una sfida delle sue, che lo hanno reso celebre in giro per il mondo probabilmente più che per le sue reali caratteristiche e qualità da giocatore di poker.

Il destinatario della nuova trovata da parte di Doug Polk è uno di quelli che è tornato a far parlare di sì, ovvero Tom Dwan. Il giocatore americano ha ripreso a macinare gioco e a mietere vittime nel suo terreno di caccia preferito, ovvero il cash game high stakes negli Stati Uniti, con la ripresa del celebre TV show Poker After Dark in cui si è fatto notare in particolare per una mano clamorosa vinta contro Antonio EsfandiariDaniel Negreanu in cui ha portato a casa ben 800mila dollari andando a showdown con una bellissima coppia di assi.

Non sono pochi quelli che hanno pensato che, in realtà, la sfida lanciata da Polk a Dwan sia una specie di trollata fatta tramite il suo mezzo preferito, ovvero i vlog. Anche perchè Doug avrebbe messo in palio ben cinque milioni di dollari, e soprattutto ha messo nel mirino un soggetto che, oltre che per le sue grandi giocate e per i pot clamorosi giocati, è noto al pubblico anche per la Durrr Challenge che non è mai riuscito a portare a termine contro Daniel Cates. Quindi anche per questa ragione appare complicato che questa sfida potrà mai diventare realtà, qualora sia veramente questo l'intento di Polk.

Lepore, la nuova sfida al cinema

Gabriele Lepore è sempre stato un personaggio particolarmente incline alla sfida, e nei suoi tanti anni di carriera nel campo del poker, sia live che online, ha dimostrato di non volersi mai tirare indietro. E l'ultima idea avuta dal giocatore nativo di Roma fa capire ancora di più quanto sia particolarmente dinamica la vita di una persona che, non più tardi di qualche giorno fa, ha scritto un post sui social network in cui ha detto di aver cambiato quattro giorni nel giro di poche ore, da Malta a Nova Gorica passando per Francoforte e Milano.

Galb ha infatti deciso di darsi al cinema, e in un'intervista rilasciata ai colleghi di Assopoker ne ha voluto parlare in maniera dettagliata: "Per la prima volta in vita mia sarò produttore esecutivo di un film - ha dichiarato Lepore, svelando i dettagli del progetto in questione - . Come avrai immaginato si tratta del progetto del mio amico Andrea Piva, insieme con il regista austriaco Thomas Woschitz, con cui lo stesso Andrea aveva già lavorato in passato".

Alla richiesta da parte dell'intervistatore in merito ai temi che tratterà il film, Gabriele non ha voluto sbilanciarsi più di tanto, più che altro per mantenere un po' di riserbo sulla realizzazione della pellicola che dovrebbe vedere la luce nei prossimi mesi: "Non credo di poter dire molto, ancora. Il film sarà una co-produzione internazionale Austria-Germania-USA, che verrà girato a Las Vegas. Protagonisti saranno due giocatori di poker ma non saranno intenti a giocare: in tutto il film non ci sarà una singola mano". Così, il Lepore attore da Oscar dei tavoli da poker diventerà un Lepore produttore cinematografico.

Commenti

Posta il tuo commento

I commenti sono disabilitati.

Commenti

Nessuno ha commentato questa pagina