ItaliaPoker > News di Poker > Sunday Special ‘problematico’, disavventura per Roby S, bye bye November Nine

News di Poker

frustration 070511L 1

Sunday Special ‘problematico’, disavventura per Roby S, bye bye November Nine

condividi su

Sunday Special ‘problematico’, disavventura per Roby S, bye bye November Nine

Sunday Special bloccato a 23 left

Colpo di scena al Day 2 del Sunday Special di PokerStars.it. Complici alcuni problemi tecnici che hanno coinvolto non solo la piattaforma italiana, ma anche il .com, il domenicale di punta tra i tornei di poker online italiani si è fermato quando ancora erano rimasti in 23 a contendersi la vittoria finale.

Secondo le regole di PokerStars in casi come questo, il torneo è stato annullato distribuendo a ciascun giocatore il premio minimo – in questo caso 524 euro – e distribuendo il resto del montepremi in base alle chip accumulate dai player al momento dello stop.

Vince così, seppur senza giocare, Danilo ‘T4k3V3nG3r’ Rucchetta, che si porta a casa 6.942 euro. Davanti a lui Antonio ‘Tony91’ Merone con 6.637 euro e ‘cpaturzo’ con 6.138 euro.

Roby S malmenato dagli ultras

Spiacevole avventura, anzi, disavventura quella vissuta da Roberto ‘Roby S’ Sabato in occasione della partita tra Roma e Juventus. Il brindisino, grande tifoso della Vecchia Signora, si era recato nella Capitale con alcuni amici per assistere al big match di domenica sera (vinto dai giallorossi per 3 reti a 1).

Di ritorno, in un autogrill del frusinate, Sabato è stato aggredito da alcuni ultras – sembrerebbe napoletani – e preso a calci e pugni, tanto da finire all’ospedale. Neppure l’intervento degli amici è servito a nulla, dal momento che gli ultras erano in netta superiorità e armati anche di spranghe.

Fortunatamente Sabato non ha riportato gravi danni, anche se ha passato la notte in ospedale per ulteriori accertamenti. Un episodio di violenza da condannare e tanta solidarietà a ‘Roby S’ da tutta la community del poker made in Italy.

WSOP 2017, niente November Nine

Che il format dei November Nine fosse in bilico lo si era intuito qualche mese fa, quando il management delle World Series of Poker non aveva esplicitamente confermato il ritorno dei ‘magnifici 9’. Ma ora è ufficiale: alle WSOP 2017 il tavolo finale del Main Event si giocherà di nuovo a luglio.

A dare l’annuncio è stato Ty Stewart, executive director delle WSOP, che ha anche reso nota la rinnovata partnership televisiva (fino al 2020) con ESPN per la trasmissione degli eventi delle World Series.

In questo accordo si inserisce anche l’emittente digitale Poker Central, che si unirà a ESPN per trasmettere alcuni tornei in live streaming, presumibilmente quelli lasciati fuori dalla copertura ufficiale in televisione.

WPT Amsterdam, vittoria storica per Daniel Daniyar

Una doppia prima volta assoluta ha caratterizzato il WPT Amsterdam, prima tappa della Season XVI del World Poker Tour. Mai, infatti, Daniel Daniyar aveva vinto un torneo di poker live importante – figurarsi un WPT Main Event.

Ma non è tutto: mai prima dell’affermazione di Daniyar un giocatore battente bandiera del Kazakistan aveva trionfato in uno dei tre circuiti di poker live principali (quindi European Poker Tour, World Series of Poker e per l’appunto World Poker Tour).

Daniyar ha battuto in heads-up Louis Salter, incassando 152.600 euro e costringendo il fratello di Jack Salter a un secondo posto da 106.710 euro. Sul podio anche Jan Jansma, 3° per 65.570 euro. 4° posto per un altro kazako, Shyngis Satubayev. Completano il final table Jorn Walthaus e Jonathan Rozema.

1-      Daniel Daniyar €152.600

2-      Louis Salter €106.710

3-      Jan Jansma €65.570

4-      Shyngis Satubayev €39.885

5-      Jorn Walthaus €30.800

6-      Jonathan Rozema €25.525

 

Commenti

Posta il tuo commento

Commenti

Nessuno ha commentato questa pagina