ItaliaPoker > News di Poker > Tutto ciò che dovete sapere sulle mani di partenza nel poker

News di Poker

Tutto ciò che dovete sapere sulle mani di partenza nel poker

condividi su
Quante sono le possibili mani di partenza nel Texas Hold'em? Qual è la probabilità di ricevere una coppia? Come giocare con A-A?

 

Nel Texas Hold'em esistono 1.326 possibili combinazioni di due carte che potete ricevere pre-flop, incluse coppie, connector e carte suited, oltre naturalmente a carte completamente spaiate. Molte di queste hanno un valore identico: per esempio, un 10 di picche e un 9 di cuori è esattamente lo stesso che ricevere un 10 di cuori e un 9 di picche.

Se la mettiamo in questi termini, se ragioniamo cioè in valori assoluti, le combinazioni scendono a 169. A prescindere da come le vogliamo interpretare, le mani di partenza sono comunque tantissime. Fortunatamente la maggior parte non presenta alcun problema: si fa fold e via. Per quale motivo, infatti, dovremmo voler giocare 7-2 off, magari da early position?

Chiaramente la mano migliore possibile è A-A, la coppia d'assi, che però riceveremo in media solo una volta ogni 221 mani. Se calcoliamo che ogni ora, al tavolo da poker live, si vedono dalle 30 alle 35 mani, possiamo aspettarci di incappare in asso-asso soltanto una volta ogni 7 ore. Lo stesso, ovviamente, vale per tutte le altre coppie di partenza.

A-A è la mano favorita per eccellenza: vincerà il piatto circa l'80% delle volte. Va da sé che stiamo ragionando in termini assoluti, chiaramente quanti più avversari sono coinvolti nel piatto, dal flop in avanti, minori sono le probabilità che la coppia d'assi possa resistere, se non riesce a migliorare in qualche modo.

La situazione al flop

Tanto per fare un esempio, quando arrivate al flop contro due avversari, la probabilità di vittoria della coppia d'assi scende già fino al 64%. Con più di quattro giocatori al flop, la coppia d'assi diventa addirittura sfavorita: per quanto possa sembrare bella da guardare, perderà più volte di quante vi farà vincere il piatto.

Più bassa è la coppia di partenza, più è probabile che un avversario abbia una coppia più alta, o che ne chiuda una dal flop in avanti. Se la vostra mano è solo la seconda migliore, potreste perdere molti soldi. Supponiamo che riceviate K-K, una coppia fortissima: perdereste pre-flop solo contro A-A.

Tavoli con molti giocatori

In un tavolo da 9 o 10 giocatori, la probabilità contraria che un giocatore abbia A-A è di 30 a 1. Tuttavia, può bastare anche un solo asso, dal flop in poi, per distruggere la coppia di re. Anche perché tanti giocatori, soprattutto i meno esperti, amano così tanto gli assi che spesso arrivano al flop anche con mani marginali tipo A-9 o A-8.

In un tavolo da 9 giocatori, è molto probabile che almeno uno riceva un asso singolo (6 a 1 a favore di tale situazione). Se al flop capita un asso, è probabile che K-K scali a seconda mano migliore. Su queste basi, bisogna fare attenzione quando scende un asso sul board. Il pericolo principale è naturalmente al flop, quando magari ci sono più di due avversari contro cui battersi.

Per questo motivo non ci stancheremo mai di ripetere che è fondamentale conoscere i propri avversari e le loro abitudini di gioco. Difficile, per esempio, che un giocatore tight rilanci da early position senza una mano forte, come una coppia o un asso accompagnato da un ottimo kicker. Ma se lo stesso rilancio arriva da un giocatore loose-aggressive o peggio ancora maniac, nessuno può sapere che razza di carte avrà!