ItaliaPoker > News di Poker > Vincere a poker si comincia… prima di iniziare

Vincere a poker si comincia… prima di iniziare

condividi su
Un giocatore vincente non trascura nulla, neppure la scelta del tavolo e della posizione. Ecco alcuni consigli su come cominciare bene una partita cash.

Volete davvero essere giocatori vincenti di Texas Hold'em? Che ci crediate o no, questa domanda è molto meno scontata di quanto potrebbe sembrare. Perché esiste davvero gente che gioca come se volesse perdere... e solitamente è proprio quello che succedere.

Ci sono delle regole da seguire, passo dopo passo, anche prima di investire una singola chip. Anzi, anche prima di aver ricevuto le carte. A cominciare naturalmente dalla scelta del tavolo e dalla scelta del posto.

Dato che riceverete poche mani completate (come A-A, K-K e Q-Q), carte che solitamente riescono a vincere un piatto senza dover migliorare, e tantissime mani a progetto (da quelle premium come A-K a quelle marginali tipo 7-6), carte che solitamente devono migliorare per vincere, meglio sedersi a un tavolo che non sia troppo aggressivo.

Un tavolo dove ci sono spesso rilanci e controrilanci pre-flop, fa in modo che sia troppo costoso giocare mani a progetto.

Per contro, anche i tavoli eccessivamente tight non sono il massimo: quando riceverete  una mano fortissima, infatti, verrete pagati poco o niente. Il tavolo migliore è un tavolo che sia loose-passive.

Potete rendervi conto del tipo di tavolo ancora prima di sedervi, mentre siete in lista d'attesa: basta stare in piedi, un po' in disparte, ad osservare.

Mentre lo fate, potrete anche valutare il tipo di avversari che presto potreste dover incontrare. Ci sono giocatori molto tight, che non vanno quasi mai oltre il flop? Siate cauti contro di loro: credete ai loro rilanci da early position, perché avranno sempre una buona mano.

Ci sono giocatori molto aggressivi, che rilanciano e controrilanciano spesso? Allora forse è meglio cambiare tavolo.

Se il floorman dovesse informarvi che si è liberato un posto proprio in quel tavolo di giocatori aggressivi, non fatevi prendere dalla voglia di giocare a tutti i costi e rispondetegli cortesemente che aspetterete un altro tavolo.

Una volta accomodati ad un tavolo di vostro gradimento, il dealer vi chiederà se volete subito entrare in gioco.

Anche in questo caso, con calma: aspettate che il bottone passi la vostra posizione, in modo da poter osservare ancora un po' il gioco e soprattutto entrare direttamente da late position. Guardate il tipo di mani giocate dagli avversari e tentate subito di individuare il loro modo di giocare.

C'è un giocatore che chiama sempre? Inutile tentare di bluffare. C'è un giocatore timido, che folda sempre a meno che abbia una mano davvero forte? Allora in questo caso bluffare è una mossa che andrà a buon fine parecchie volte.

C'è un maniac che continua a rilanciare? Se è seduto alla vostra sinistra, giocate con cautela e spostatevi alla sua, di sinistra, non appena possibile.

In ogni caso, quando cominciate a giocare su un nuoto tavolo cercate di giocare in maniera tight e piuttosto aggressiva, scegliendo con cura le mani di partenza ma senza avere timore quando vi capitano carte buone.

Avrete tutto il tempo di giocare più loose nel prosieguo, quando vi sarete abituati al gioco degli avversari e quando in loro sarà radicata la convinzione che se puntate, vuol dire che avete qualcosa di decisamente buono...