ItaliaPoker > News di Poker > WSOP Circuit Italy, la Hall distrugge Dentale, Holz e Antonius in affari, sfida di lusso nel PLO
cate hall mike dentale

WSOP Circuit Italy, la Hall distrugge Dentale, Holz e Antonius in affari, sfida di lusso nel PLO

condividi su

Berglin vince il torneo Heads Up, Cate Hall umilia Mike Dentale, Holz e Antonius si lanciano nella moda, Joe Ingram contro Daniel Negreanu

WSOP Circuit Italy: a Dennis Berglin il torneo di Heads Up

L’evento di heads-up del WSOP Circuit Italy (evento 3) è targato Svezia: Dennis Berglin, infatti, ha trionfato portandosi a casa una prima moneta da 7.700 euro, grazie alla vittoria nella sfida finale nei confronti di Nasr El Nasr.

Tra gli azzurri, il più bravo è stato Giuseppe Mele, che in coabitazione con Guido Ortelli è stato eliminato in semifinale: per entrambi, dunque, un premio di 3.020 euro. Eliminazione ai quarti invece per due big come Carlo Savinelli e Ludovic Emery, che si sono dovuti accontentare di 1.480 euro a testa.

Niente da fare invece per Daniele Primerano e Federico Piroddi, out fuori dalla zona premi. Piroddi, lo ricordiamo, qualche settimana fa aveva vinto il National Heads Up al Casinò di Campione d’Italia, dove si stanno svolgendo le WSOP Circuit.

Il payout dell’evento 3:

1-      Berglin Dennis €7.700

2-      El Nasr Nasr €5.075

3-      Mele Giuseppe €3.020

4-      Ortelli Guido €3.020

5-      Savinelli Carlo €1.480

6-      Emery Ludovic €1.480

7-      Kamphues Lars €1.480

8-      Creutz Sohan Stig €1.480

Cate Hall batte Mike Dentale 2-0

cate hall 888 barcelona may 2017 (3)

Ricordate la faida tra Cate Hall e Mike Dentale, scoppiata su Twitter qualche settimana fa? Bene, la discussione tra i due era sfociata in una vera e propria sfida live di heads-up, con in palio principalmente l’onore del gentil sesso – ritenuto ancora troppo spesso in qualche modo inferiore nel Texas Hold’em.

Bene, la Hall ha dimostrato che le donne non hanno nulla da invidiare agli uomini, vincendo la sfida per 2 partite a 0. Sebbene occorra ammettere che Cate è stata più fortunata rispetto a Mike, va sottolineato come la Hall sia sembrata in totale controllo della situazione, mentre il suo avversario è apparso piuttosto nervoso.

Dopo un primo match equilibrato, infatti, Dentale ha un po’ tiltato, diventando una calling station (a detta di Shaun Deeb e Doug Polk, che hanno commentato la sfida) e pertanto meritando anche la sconfitta secca.

Fedor Holz e Patrik Antonius insieme per Noetcis

Se vi stavate chiedendo cosa bollisse nella pentola di Fedor Holz, siete stati accontentati: parola d’ordine Noetics. Si tratta infatti di una nuova linea di abbigliamento per poker player che il campioncino tedesco ha creato insieme con Patrik Antonius.

Holz porterà le magliette e le felpe di Noetics nei tornei di poker in giro per il mondo, mentre Antonius le indosserà nelle partite cash. Due testimonial d’eccezione per un marketing da massimo risultato con il minimo sforzo, insomma.

C’è da dire che il merchandise venduto dai due professional poker player non è propriamente a buon mercato. Qualche esempio? Ci sono magliette vendute alla modica cifra di 74 euro e felpe che sfiorano i 200. Insomma, abiti da high roller!

Joe Ingram contro Daniel Negreanu nel PLO

DAniel Negreanu qa fans 6

Dopo quella tra Cate Hall e Mike Dentale, presto ci potremo gustare un’altra sfida. Joe Ingram e Daniel Negreanu, infatti, si siederanno al tavolo del Pot Limit Omaha per darsi battaglia: 250 big blind a testa, si gioca fino a quando uno dei due non rimane a 0 e la metà del ricavato andrà a in beneficienza.

Motivo della sfida? Secondo Ingram, Negreanu non avrebbe le skill per definirsi un campione del PLO. Il Kid Poker ha risposto all’amico/rivale che la maggior parte dei professionisti di questa variante ha vinto meno di lui in carriera nel PLO, ma ‘ChicagoJoey’ ha replicato affermando come il bello dell’Omaha è che anche i giocatori amatoriali possono vincere tanti soldi.

Non sappiamo se e quando effettivamente la sfida verrà organizzata, ma Joe Ingram ha tirato in ballo anche Poker Central come possibile organizzatore.